IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Banana Republik

Banana Republik e i derby di TJ Pryor

import podcast realtà

TJ Pryor l’ho visto per la prima volta in una sfida Lions-Rhinos targata 2015, la prima season dell’ex Eastern Kentucky e Dophins Nice in Italia.

7-12 per 154 yard e 2 TD su passaggio, 184 yard 3 TD su corsa… Non credo sia necessario specificare il risultato della partita.

Quella vittoria sancì l’inizio dei nuovi Rhinos, che quel pomeriggio si convinsero che con Pryor potevano tornare grandi, e di una stella, quella di TJ, che da allora è continuata a brillare tra il leggendario volo del  primo derby, una semifinale persa all’ultimo secondo, l’arrivo di Ault (e Ricciardulli) e la trionfale stagione 2016, e una partita di RS vinta contro i Panthers, Sabato scorso, che gli ha permesso di diventare l’all-time leader per yard lanciate della gloriosa franchigia nero-arancio.

Da quando Pryor è a Milano sono stati giocati 6 derby, 4-2 il record per i nero arancio che diventa 4-1 se consideriamo quelli effettivamente giocati dal QB #10, con l’unica sconfitta arrivata in quella folle semifinale al Vigorelli (bissata poi dalla folle semifinale della scorsa stagione, vinta dai Rhinos).

L’ultima vittoria pre TJ, per dare una dimensione alla rivoluzione Pryaioriana, risaliva all’incredibile rimonta del 2012, quando i nero-arancio erano riusciti a recuperare 22 punti di svantaggio. Da allora solo delusioni e l’impossibilità di contrastare la crescita di un team che negli anni successivi avrebbe vinto due Italian Bowl.

In queste 5 partite TJ ha postato numeri da fantascienza, 972 yard su passaggio con 8 TD e ZERO intercetti a cui vanno aggiunte le 310 yard e 4 TD su corsa, risultando essere spesso la differenza tra due team, Rhinos e Seamen, che negli ultimi anni sono stati capaci di attirare e scegliere i migliori  talenti Repubblicani e stranieri, costruendo due corazzate destinate a dominare per anni il panorama nazionale e che quest’anno puntano a ben figurare anche nelle massime competizioni continentali.

Quello che personalmente mi ha impressionato di Pryor, oltre alle doti fisiche e di leadership, è stata la capacità di modificare il proprio stile di gioco e “sacrificare” alcune delle sue skill al mutare del valore della squadra senza però mai perdere d’efficacia.

Sabato probabilmente lo (ri)vedremo in versione 2015 perché se è vero che mi sarebbe piaciuto poter continuare a sognare, almeno fino al kick off, di veder spuntare sul gridiron di Pero anche la maglia #4 dei Nick the Quick* e godermi un match con tutti i suoi protagonisti in campo, il presidente dei nero-arancio Alessio D’Ascenzo ha già confermato ai microfoni di IFL FM che il RB oriundo non ci sarà e dovremo pazientare ancora un po’ per poterlo rivedere (al ragazzo il nostro rinnovato augurio di poter risolvere i propri problemi familiari).

Chi invece ci sarà, e farà il possibile per limitare lo strapotere di Pryor e della talentuosa offense dei rinoceronti e Paul Morant, cavallo di ritorno nel nostro campionato, che dopo aver duellato proprio con TJ per il titolo di miglior import della stagione 2015 ha scelto nuovamente l’Italia, sponda Seamen del naviglio, per tentare un nuovo assalto al tricolore e poter competere nel Big6, il massimo torneo continentale.

Sarà uno spettacolo, visibile a tutti, in streaming su FIDAF TV.

Un consiglio però mi sento di darlo… se potete, venite allo stadio! Questi, visti dal vivo, sono veramente di un alto pianeta.

Buon campionato e Buon Football!

 

*L’unico vero e inimitabile Nick the Quick, è Van Exel, “incompreso” play dei Lakers fine anni 90









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top