IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Banana Republik

Banana Republik e le banane del vicino

Gironi Banana Republik Novità i numeri opinioni Bananatale Freddo temperature scimmiette miti repubblicani banana ranking Awardszs ragazzi pubblicità comparativa

Una delle notizie che hanno movimentato la settimana Repubblicana, così informiamo i non informati, è stata la scelta dei Goat di entrare a far parte della nostra meravigliosa federazione riconosciuta dal CONB (più o meno riconosciuta, non mi stancherò mai di ripeterlo).

Quindi feste in piazza e Banana Beers come se non ci fosse un domani? No, però questa banana old news all’ apparenza positiva ma non di quelle che ti dovrebbero cambiare la settimana a mio parere racchiude in se tutta una serie di argomenti e di risposte..

In questi mesi, nella Repubblica, sembrava, e dico sembrava perché a me “sembrava” una cosa da matti, che una seconda federazione worldwide stesse mettendo radici profonde sui palmeti nostrani organizzando campionati paragonabili (ed anche qui ci sarebbe da parlare) a quelli FBAF con spese per i team nettamente inferiori..

Il suddetto campionato si è poi disputato con la vittoria di un team ai danni di un altro, se non sbaglio proprio ai danni dei Goat.. che forse se la son presa, o forse si sono ricordati che erano una delle 5 squadre che “iniziarono” Banana Republik al football e hanno deciso di abbandonare un’ amatorialità per un’altra, più costosa.

Quindi, come suggerirebbe il nickname del team, han fatto un ragionamento da capre? O sono da capre i ragionamenti fatti in questo periodo nella Repubblica da alcuni saggi?

Andando infatti a rileggere quanto scritto nei mesi scorsi su questa seconda federazione ABCDL o qualcosa di simile (che, banane a parte, organizza campionati in tutto il globo) sembrava che molte delle squadre non appartenenti alla BFL, all’ elite del football Repubblicano, non aspettassero altro che seguire questo nuovo percorso in virtù del fatto che “scimmioni pezzenti per scimmioni pezzenti” tanto valeva spendere qualche banana in meno e continuare a rimanere nell’ oblio del football, di qua o di là che differenza fa? (Daltonico pensi possa prendere parte, dopo questo freestyle, alle audizioni di K-factor?)

Come mi ricordo i Gialli della Repubblica, una “nazionale” che nulla aveva da temere da quegli spiaggiati dello Yellow Team che dopo aver dimostrato di non saper fermare un Petrovic qualunque iniziavano a domandarsi se non potessero essere selezionati “da quelli veri” e poter finalmente andare in giro per il worldwide a impartire lezioni di gioco..

Come vi dicevo non è stata tanto la notizia della scelta delle Capre a sorprendermi, o le devastanti motivazioni date, quanto il comunicato che ne è seguito da parte di chi “dirige” la ABCDL, che Boccadoro avrà anche definito“perfetto nel modo e nella forma” ma che alle mie orecchie è suonato più o meno così:

Siamo degli improvvisati, adesso l’avete viso tutti ma noi non volevamo essere nulla di diverso..

Nel “dettaglio” il comunicato ci informa che un altro team di illuminati cambierà bandiera nel 2017  e, più importante, specifica il loro ruolo e la loro posizione nello sviluppo del football..

Ah, volete sapere con che ruolo? Assolutamente marginale.. Adesso è scritto a caratteri cubitali, per le scimmiette che sano leggere tra e righe, sport in cui normalmente rappresentiamo l’eccellenza..

Quindi gli Apes Revolution che vedevano nel nuovo a costo zero una valida alternativa sono rimasti con la buccia di banana in mano mi pare di capire..

Ho una sola speranza, quella che il messaggio sia arrivato forte e chiaro:

“La banana del vicino è sempre più gialla”

Resta da stabilire se tutti abbiano capito chi sia il vicino









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top