IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division I

DIV I, Seamen rimangono imbattuti

div i

Quinta giornata di DIV I che comincia a dare qualche indicazione su quello che potrà essere il futuro della massima serie del nostro football.

Gli UTA Pesaro perdono la quinta partita contro i Giants Bolzano per 14-48, così come da pronostico. Dura un quarto la partita dei marchigiani che con Germany, schierato in cabina di regia, pareggiano il primo TD di Simone. Il secondo quarto sarà una grandinata di punti per i Giants a segno tre volte con Gregorio su passaggio di Brown e con una corsa del quarterback. La seconda segnatura di Germany rende meno amaro l’intervallo lungo.
Sempre Brown protagonista del secondo tempo con il terzo TD personale e il quinto TD pass per Tiraboschi che chiude terzo quarto e incontro.
Per UTA la presenza di Germany in cabina di regia ha dato un po’ di respiro all’attacco, anche se per onestà intellettuale non ne ha giocato il passing game, ma solo quello su corsa.
Per i Giants invece vittoria doveva essere e vittoria è stata con la nota positiva di un Brown veramente in palla.

A Limbiate i Rhinos Milano ottengono la prima vittoria della stagione battendo 33-14 i Giaguari Torino. 27-0 questo il punteggio all’intervallo per i milanesi che con la partenza sprint hanno spento ogni velleità dei torinesi. Ellison (mostruoso il primo tempo per lui) pesca Elmi ad inizio partita, secondo TD pass questa volta per Bonanno, segue corsa di Querzola e terzo TD pass nei primi trenta minuti per un distacco che sarà incolmabile.
Nel secondo tempo i Giaguari si affidano al nuovo import Luke Rubenzer nella posizione di quarterback che spariglia le carte. Se il gioco su pass risente ancora del poco affiatamento del reparto su corse il nuovo qb si muove molto bene e permette ai torinesi di tornare in partita. Ferraris su ricezione e Moumine tagliano in due il distacco, ma alla fine i Rhinos riescono a chiuderla con un TD su corsa di Napolitano.
Per i milanesi una vittoria che porta aria fresca e speranze per la caccia al sesto posto, mentre per i Giaguari è notte fonda anche se Rubenzer ha dimostrato di poter essere un fattore in attacco.

Altro scontro playoff quello disputato ad Ancona tra i Dolphins e i Lions Bergamo vinto dagli ospiti per 21-22. Cominciamo dalla fine: Locatelli a tempo praticamente scaduto deve calciare un field goal dalle 15 yard (quindi 32 in totale) per la vittoria. Lo stesso Locatelli a metà quarto quarto ne aveva sbagliato uno simile. Lo snap è buono, il calcio è forse troppo a destra, ma non abbastanza per non entrare tra i pali e portare la seconda vittoria consecutiva ai bergamaschi.
Primo quarto che vede Fimiani pescare Bonzanni per il TD del vantaggio che dura un drive perchè la corsa di Misher riporta la parità. Secondo quarto come il primo con Furghieri che porta avanti i Lions e Dean che pareggia, anzi no perchè i Dolphins avevano bloccato il calcio di Locatelli e quindi sono avanti di 1 all’intervallo.
Nel terzo quarto si invertono i fattori, ma il prodotto non cambia. Ruggio riceve il pass di Dean e subito dopo Fimiani riporta ad un punto gli orobici fino al field goal allo scadere.
La difesa dei Lions ha disputato una ottima partita contendendo molto bene Dean sulle corse (meno di quattro yard a portata lorde) e lasciando il minimo indispensabile sui passaggi con due intercetti a segno. Fimiani preciso sui passaggi con Morris a ricevere l’80% dei passaggi completati; l’infortunio nel quarto quarto ha mandato Soto in cabina di regia che ha avuto bisogno di un drive e di un intercetto per togliersi la ruggine di dosso.
Per i Dolphins sconfitta pesante contro una diretta contendente ai playoff, ma attacco sotto tono (ancora assente Marchini) con Dean molto appannato rispetto alle prime partite. La difesa ha faticato molto a trovare le contromisure per il gioco di Fimiani e ha commesso un unico grande errore permettendo a Garetto la ricezione nell’ultimo drive che ha portato i Lions al field goal vincente.

Abbiamo tenuto per ultima la partita clou della giornata tra le due squadre imbattute. I Guelfi Firenze sono stati annichiliti dai Seamen Milano che portano a casa la vittoria con un sonante 56-7.
Che la partita sarà difficile per i toscani lo dicono i primi drive con tre palloni persi e un punt su cui i Seamen construiranno 20 punti (due field goal di Di Tunisi e due ricezioni di Mitchell). In chiusura di secondo quarto arriva il terzo TD pass di Zahradka questa volta per Di Tunisi per il 27-0 all’intervallo che chiude ufficiosamente la partita.
Nel terzo quarto non si ferma la marea blue-navy e Bonaparte su corsa e l’ennesimo td pass  per Mitchell aumentano il divario. Nel quarto e ultimo quarto da segnalare l’unica segnatura dei Guelfi con Palomba e l’ingresso in campo del diciannovenne Crosta per i Seamen che trova Nuzzi per il primo TD pass in Prima Divisione e il ritorno di kickoff in endzone dopo una safety di Fiammenghi per il 56-7 finale.
Per i Guelfi pesante battuta d’arresto dopo cinque vittorie consecutive, ma dobbiamo comunque evidenziare l’assenza di Holshoe in difesa che forse avrebbe permesso ai fiorentini di rimanere più in partita. La bravura dei toscani sarà adesso quella di ripartire dimenticando quanto avvenuto sabato per tornare a lottare per un terzo posto in regular season.
I Seamen hanno disputato una partita sontuosa, non sbagliando praticamente nulla. Zahradka in controllo assoluto di un attacco che non ha avuto bisogno di correre il pallone e un Mitchell che ha dimostrato perchè era un giocatore tra i più forti in GFL. La difesa ha patito forse un po’ troppo le corse di Dawson, ma due fumble recuperati e una safety non si vedono tutte le partite.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top