IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division I

DIV I, week 9 con le partite “pesanti”

preview div i

Penultima giornata del campionato di DIV I con tutte e dieci le squadre in campo e partite che valgono veramente una intera stagione.

Cominciamo subito dalla partita che vale, molto probabilmente, la salvezza e un altro anno in DIV I (recuperi autunnali esclusi). Domenica a Verdello i Lions Bergamo ospitano i Giaguari Torino in uno scontro tra due squadre delusione rispetto a quanto ci si aspettava da loro a inizio stagione.
Infortuni su infortuni e cambi di import (obbligati o voluti) hanno portato queste due squadre a giocarsi tutto in uno scontro solo.

I Lions avendo una partita di vantaggio e avendo vinto l’andata di 4 punti hanno due risultati a favore: la vittoria e una sconfitta con meno di 4 punti di scarto. In caso di vittoria i Lions sarebbero matematicamente salvi, in caso di sconfitta con meno di 4 punti dovrebbero ottenere lo stesso risultato dei Giaguari nell’ultima giornata mentre in caso di sconfitta con più di 4 punti di scarto si ribalta lo scenario con i torinesi ad avere il vantaggio nell’ultima giornata.

I Lions sono rimasti in 24, con un nutrito numero di giocatori in doppio ruolo e senza un quarterback di ruolo in campo visti gli infortuni di Fimiani e Soto. Sarà quindi Slash Morris a guidare l’offense con Furghieri e Bonzanni a dargli una mano, ma saranno ovviamente le sue scorribande che dovranno fare la differenza.

I Giaguari in attacco chi schiereranno? Se gioca Rubenzer come quarterback non potrà giocare Hale come runningback, ma viste le precarie condizioni di salute del qb e l’efficienza del rb così su due piedi la scelta mi sembra obbligata aprendo la strada a Morelli in cabina di regia. Nel caso invece che le condizioni fisiche del quarterback gli permettano di giocare allora sicuramente Hale sarà impegnato in difesa per aumentare il peso in linea.

A Bolzano i Giants ospitano i Panthers Parma con in palio il secondo posto in classifica. Per acciuffare il bye week al primo turno di playoff i Giants non dovranno solo vincere, ma farlo con più di 36 punti di scarto per compensare la batosta presa all’andata. Fattibile? Mmmmm, abbiamo qualche dubbio a riguardo.

Brown, nuovo import dei Giants con lo stesso cognome del precedente import dei Giants, ha esordito contro i Rhinos, ma gli lasciamo volentieri il beneficio del jet lag visti alcuni errori macroscopici. Se migliorerà sia l’intesa con il duo Simone-Bonacci, che la sua capacità di correre saranno problemi per la BBC parmense e in generale per il front seven che sarà costretto allo straordinario.

I Panthers possono affrontare la partita con maggiore tranquillità rispetto all’avversario grazie proprio alla vittoria all’andata. Il Monardi visto a Verdello domenica scorsa ci è piaciuto molto e se aggiungiamo le corse di Malpeli Avalli e un Durham di un altro livello possiamo dire che questi Giants difficilmente terranno a zero l’offense parmense rendendo arduo, per non dire impossibile, recuperare lo svantaggio.

Sabato sera al Breda di Sesto San Giovanni secondo derby milanese della stagione tra Seamen e Rhinos. La nave Seamen ha il vento in poppa e fin’ora ha messo in campo, sia in attacco che in difesa, un football di una qualità che da tanto non vedevamo in Italia. La facilità con cui segnano e con cui riescono a fermare gli avversari è davvero incredibile, ma un derby è sempre un derby!

I Rhinos chiudono la stagione nel peggior modo possibile: non aver raggiunto la quinta vittoria che valeva i playoff e giocando contro Seamen e Panthers col rischio di essere la prima esclusa dalla post season. Questa sarà la vera forza dei rinoceronti, non avere nulla da perdere, confidando in un Ellison multi-dimensionale e un Conroy devastante quantomeno sul gioco di corsa per forza i Seamen a mettere la palla in aria.

A Roma domenica i Ducks Lazio ospitano i Guelfi Firenze. I laziali sono una partita dietro i fiorentini che dopo 4 vittorie consecutive hanno subito 4 sconfitte consecutive, ma ai ragazzi di Coach Iaccarino non basterà vincere, ma dovranno farlo con più di 14 punti di scarto a causa della sconfitta subita all’andata.
In caso di vittoria gigliata i fiorentini sarebbero sicuri di partecipare alla post-season mentre i Ducks saranno costretti a vincere a Bergamo e sperare nei risultati altrui.

I Ducks sono reduci da due sconfitte contro Panthers e Seamen che hanno messo in mostra un attacco capace di 25 punti di media, ma una difesa che ne ha subiti più di 100. A differenza della partita contro i Panthers nella quale l’attacco aveva dominato per un quarto, contro i milanesi i punti sono stati distribuiti per l’arco di tutta la partita mentre la difesa non è mai riuscita a fermare l’attacco dei Seamen. I Guelfi non sono certo le prime due della classifica e Fortune avrà probabilmente più tempo nella tasca per trovare Biancalana o Rinaldi in campo aperto e Gentili più spazio prima del contatto per mettersi in movimento. In difesa serve una prova di orgoglio da parte di Scapperrotta, Insom e compagni e servono soprattutto intercetti che sono mancati durante la stagione (solo due fin’ora).

I Guelfi sono al do or die che arriva dopo una partenza sprint che probabilmente aveva illuso troppo staff e giocatori fino ad arrivare alla sconfitta contro i Dolphins che rischia di rovinare una buona stagione. Inutile girarci intorno, l’attacco è Dawson dipendente: quando il qb imbrocca la partita giusta sono guai per tutte le difese sia sui passaggio che sulle corse. Il supporting cast è di livello tra Vannucci e Sousa, ma l’input iniziale deve arrivare dalla cabina di regia.
Se togliamo le due partite contro Seamen e Panthers dal conto la difesa dei Guelfi ha subito solo una vera e propria imbarcata, contro i Giants subendo 48 punti, mentre nelle restanti cinque partite ha concesso una media di 9 punti a partita e in questa semplice statistica risiede la forza del reparto.

Derby marchigiano a Pesaro dove UTA ospita i Dolphins Ancona in una partita nella quale gli ospiti hanno tutto da perdere. UTA è praticamente salva, solo una praticamente impossibile combinazione di risultati li lascerebbe all’ultimo posto in classifica e dopo quanto visto nelle prime cinque giornate e con tutto quello che è accaduto sul fronte import gridare al miracolo è assolutamente lecito.

L’alternanza Germany – Fiordoro ha prodotto due vittorie fondamentali contro Lions e Giaguari grazie anche alle ricezioni di Fazzetto e Spada. La difesa concede molto agli avversari ed è facile notare come le due partite nelle quali UTA ha subito meno di 30 punti siano anche quelle che hanno portato la W in classifica.

I Dolphins devono vincere per continuare a credere nei playoff contando che settimana prossima saranno attesi dagli ostici Giants Bolzano. I pesaresi non sono più quelli battuti nettamente all’andata, ma se Dean azzecca la giornata giusta può fare la differenza sul terreno di gioco contando anche su Misher, Suppa, Gatto, Mosca ecc ecc, cioè un buon gruppo di giocatori che deve però riuscire a giocare con la mente sgombra senza subire la pressione psicologica dell’importanza della posta in palio.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top