IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division I

Fabio Depaoli, intervista al nuovo Pres. dei Rhinos Milano

Fabio De Paoli

Alla fine di gennaio, in casa Rhinos si sono tenute le elezioni del nuovo Presidente della squadra. A sostituire l’uscente Alessio D’Ascenzo sarà Fabio Depaoli. Assieme al Presidente, è stato eletto anche il suo Vice. Si tratta di Carlalberto Capelli, già coach della squadra a diversi livelli. Riconfermato nella figura di Tesoriere, invece, Giocondo Busico. Abbiamo contattato il Pres. Depaoli per fargli qualche domanda sul passato recente dei Rhinos, il loro presente e le prospettive per i prossimi anni. Ecco le sue risposte.

Buongiorno Presidente. Iniziamo subito con la domanda che tutti si stanno facendo: che cosa e’ successo ai rhinos nel passaggio tra la stagione 2017 e la 2018?

Gli ultimi campionati a tutto gas ci hanno un po’ provato. Sono state profuse energie fisiche, mentali ed economiche importanti e la decisione del precedente Consiglio di Amministrazione che, per motivi personali aveva scelto di non proseguire per la stagione attuale, ha impegnato noi soci a discutere di un futuro che garantisse continuità. L’ attuale Consiglio dei Rhinos mantiene il tesoriere precedente, Giocondo Busico, mentre come Presidente il sottoscritto, con la stessa carica già rivestita nel 2014 e 2015, e Carlalberto Capelli, in qualità di Vicepresidente, che ha una lunga militanza nei Rhinos, sia da giocatore sia da coach. Con ciò vorrei chiarire che non ci presentiamo davanti ai soci, dirigenti e giocatori senza esperienza. Per questo il passaggio dalla stagione 2017 alla 2018 sarà quindi meno traumatico di quanto ci si possa immaginare.

Quanto è stato importante l’impatto del precedente blocco dirigenziale sulla condizione attuale dell’organizzazione Rhinos sia dentro che fuori dal campo di gioco?

L’impatto è stato notevole: due Super Bowl consecutivi sono un risultato eccezionale e l’organizzazione in campo è stata di assoluta eccellenza a livello di team d’oltreoceano. La struttura però ha obiettivamente faticato a tenere il passo e si sono create incomprensioni e qualche passaggio a vuoto. D’altronde occorre sempre ricordare che strutture dilettantistiche di uno sport bellissimo, ma ignorato da pubblico e media, si confrontano spesso con difficoltà oggettive. Facciamo tesoro dell’esperienza maturata per migliorare tutti gli aspetti dell’attività sportiva futura.

Molte partenze, ma anche qualche nuovo volto. Difficoltà da gestire, ma anche nuove occasioni. Quali sono i punti cardinali che aiuteranno i Rhinos ad orientarsi sul nuovo cammino??

Ogni stagione è a sé, ma certamente vogliamo proseguire a lavorare per mantenere il livello di eccellenza delle ultime quattro stagioni. Quest’anno il ricambio generazionale, come hai fatto notare, e’ molto marcato, tuttavia ci sono ragazzi entusiasti che non vedono l’ora di entrare in campo e replicare quello che i veterani hanno raggiunto negli ultimi anni. L’appagamento è il peggior nemico nella psicologia sportiva e non solo, il rinnovamento è l’arma per combatterlo, quindi nomi nuovi in campo per scongiurare ogni dubbio e rinnovare l’entusiasmo.

Contiamo su nomi nuovi anche per gli import Kevin Ellison, Mattew Conroy ed un oriundo che annunceremo al termine dell’iter burocratico di ammissione nel nostro Paese. Si riparte poi con un coaching staff parzialmente rinnovato, di assoluto valore ed esperienze anche con il Blue Team, che sarà guidato da Roberto D’ambrosio nel ruolo di Head Coach, ma che conta anche su Gianluca Ventura, Pietro Marotta e Matteo Piccoli ma anche gli assistenti che ci hanno accompagnato nelle fantastiche stagioni passate.

Impossibile chiudere l’intervista prima di aver parlato di obiettivi. Cosa saranno i Rhinos nel 2018 e negli anni a venire?

Per noi è importante la vittoria, ma attraverso lo sviluppo dei giovani e la crescita tecnica. Faremo tesoro di tutte le esperienze positive e negative recenti per affrontare questa annata con entusiasmo. Il futuro a lungo termine lo deciderà la società e la dirigenza, mentre gli obiettivi restano gli stessi di sempre: ottenere il massimo attraverso il lavoro e la preparazione di tutte le risorse disponibili. Vale sempre il motto: non si molla neanche una iarda!

Foto: Ufficio Stampa Rhinos Milano









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top