IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Eventi

Filippo Brunori, io giocatore di football e cosplayer

Star Wars Week Filippo Brunori

Filippo in versione Ravens Imola

Tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana…

un collaboratore di #assofootball cercava dei cosplayer per un evento legato al football (iniziativa che poi non andò in porto, causa lato oscuro… ma questa è un altra storia). Allora, dicevamo, il nostro eroe si mise alla ricerca negli archivi del tempio jedi di gruppi di cosplay e li contattò… e sorpresa (ma neanche tanto…) più o meno in ognuno di questi trovò qualcuno che aveva a che fare col mondo del football…

In occasione della star wars week siamo tornati a trovare uno di questi, Filippo Drugo Brunori, per farci raccontare qualcosa di più da lui di questa sua passione.


Intervista a Filippo Brunori

Star Wars Week Filippo Brunori

Filippo in versione Star Wars

Ciao Filippo, ti presenti ai nostri lettori?

Ciao! Ho 25 anni, vivo a Imola e lavoro come operatore in un’ azienda vinicola. Gioco nei Ravens Imola col numero 22 come Defensive Back. Mi sono avvicinato al mondo del Football nel 2008 come Tight End sempre nei Ravens con i quali ho giocato il mio primo campionato senior. Mi sono allenato un anno con l’Under 21 dei Warriors Bologna (non dico ho giocato perchè vista la mia inesperienza al tempo, il campo l’ho visto poco) dopodiché, causa lavoro, sono rimasto fermo fino al 2013 quando ho ricominciato a giocare come Cornerback nei Ravens. Quest’anno mi sto allenando principalmente come Safety che è, tra i ruoli che ho provato, il più divertente in assoluto. Nella galassia di star wars faccio cosplay in un gruppo che si chiama Millenium Fighters, siamo quasi tutti di Imola, (alcuni ragazzi si sono aggiunti a noi dal veneto negli ultimi anni). In particolare interpreto Darth Maul, il cattivo di episodio I.

Cosplay. Per quei quattro cenozoici che non sapessero di cosa si tratta, ci spieghi come nasce questo movimento e in cosa consiste?

Cosplay è una parola macedonia formata dalla fusione della parole inglesi “costume” (costume) e “play” (gioco o interpretazione) che indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e interpretarne il modo di agire.

Il tuo gruppo, i Millenium Fighters, cosa fa e da quanti jedi e sith è composto?

Siamo in totale 10 al momento, 7 di noi sono Imolesi, Gli altri 3 sono ragazzi che abbiamo conosciuto anni fa nel corso di un comics (quello di Lucca, il più grosso d’Italia) e si sono uniti a noi da Bovolone. Siamo 5 Sith, 4 Jedi e una Mandaloriana (una cacciatrice di taglie come Boba Fett per intenderci) e ovviamente facciamo Cosplay inerente all’universo di Star Wars (che non tutti sanno, ma va ben oltre alla filmografia). Nello specifico cerchiamo di riproporre combattimenti con spade laser in “libero” o “semicoreografico”. Ci sono molti gruppi simili al nostro in Italia e nel mondo, molti dei quali più strutturati, che si possono dividere in due grandi gruppi. Ludosport per esempio tratta il combattimento con spade laser come una vera e propria disciplina sportiva, con tanto di tornei e regolamenti, come fosse una versione futuribile della scherma. Gruppi come Jedi Generation, invece, si concentrano sulla coreografia per creare spettacoli suggestivi con costumi bellissimi. Noi siamo un po’ la via di mezzo e cerchiamo di avere un combattimento libero quindi non definito, pur mantenendo un’identità e un modo di combattere inerente al personaggio che interpretiamo.

I Millenium fighters

I Millenium fighters

 

Secondo te perché ci sono così tanti nerd nel mondo del football italiano?

Ahahah! Bella domanda! credo che sia perchè oggigiorno ci sono un sacco di nerd in giro per il mondo e basta! Sono comunque rimasto piacevolmente sorpreso quando ho scoperto che a Cagliari c’è una squadra che si chiama “Sith”!

I tuoi colleghi dei Ravens come vedono questa tua attività?

Non credo che gli interessi particolarmente, alla fine ognuno di noi fuori dal campo ha le sue passioni e i suoi interessi. L’unico ad avermi visto credo sia il MLB dei Ravens, che mi ha incontrato un anno a Lucca e ha voluto farsi una foto con me in veste “speciale”.

Il 16 dicembre, esce l’ep. VII e i Ravens Imola giocano il Superbowl. Ti dai malato e vai al cinema o ti presenti a giocare?

Eh! Domanda impegnativa. No, purtroppo non ho dubbi sulla risposta, mi presenterei a giocare assolutamente. A parte il fatto che il film posso rivederlo anche il giorno dopo, il Superbowl è un qualcosa per cui tutta la squadra ha lavorato sodo, insieme, ed intensamente. Non si arriva a giocare un Superbowl prendendo lo sport come un passatempo, o un diversivo. Sono sicuro che se anche dovessi infortunarmi e non giocare quella partita sarei sulla sideline a tifare per la mia squadra. Mancare un bowl sarebbe una mancanza di rispetto nei loro confronti e nei miei, perché ne ho giocato uno nel 2009, (il Silverbowl) e l’abbiamo perso contro i Briganti Napoli e ricordo che l’emozione di essere li è stata comunque qualcosa di incredibile. Se avrò l’occasione di rivivere questa esperienza, e confido nella mia squadra, questa volta voglio tornare a casa vincitore!









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top