IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Flag

Minotauri Torino, un Bowl di Flag per iniziare le attività

Minotauri Torino Grand Opening Bowl

Benché in questo periodo dell’anno l’attività istituzionale del flag football sia ferma, questa disciplina rimane la migliore opzione quando si vuole organizzare una giornata di incontro per ragazzi che abbia il football americano come protagonista. Questo vale soprattutto quando ad essere coinvolti sono i ragazzi più giovani, quando sono accompagnati dalle famiglie e lo scopo è quello di avvicinare entrambi al nostro sport.

Tra le più recenti attività di questo genere, ci è arrivata notizia del Grand Opening Bowl organizzato dai Minotauri Torino. Svoltosi lo scorso 20 dicembre, per il GOB sono state coinvolte quattro squadre (oltre ai Minotauri anche i Giaguari Torino i Pirates Savona e i Boars Lunigiana) che hanno messo in campo ben 60 tra ragazzi e ragazze. Il numero dei giocatori coinvolti è molto interessante non solo perché parliamo di atleti U15, ma anche e soprattutto perché è composto da entrambi i sessi.

I Minotauri, nati lo scorso settembre e subito in prima linea nella diffusione del flag football nelle scuole italiane, sono ben consapevoli dell’importanza di giornate come queste, che reputano necessarie a costruire grandi realtà. Il Vice Presidente dei Minotauri Torino, Massimiliano Delfino ci ha spiegato che è stata una giornata perfetta:

Il Grand Opening Bowl dei Minotauri non poteva andare meglio di così. Lo spirito che ha mosso tutti noi Minotauri, allenatori, dirigenti, giocatori e genitori è stato centrato. Il nostro obbiettivo fin dalla costituzione della società è stato e rimane quello di sviluppare il football attraverso l’educazione allo sport rivolta ai bambini e agli adolescenti di entrambi i sessi. Fin dalle prime ore del mattino ci siamo ritrovati per la preparazione e l’organizzazione del campo in un clima sereno e rilassato […] Tutto intorno il pubblico, i medici e gli ex-giocatori delle squadre torinesi che guardavano divertiti le azioni di gioco. Un plauso a tutti i giocatori e le giocatrici che si sono comportati molto bene, sia in campo che fuori. Il sole ha scaldato l’intera giornata e anche i nostri cuori. I risultati? Abbiamo vinto tutti… ha vinto il football!

La soddisfazione che trapela dalle parole del VP è ampiamente condivisa anche da Massimo Foglio, il quale ha voluto aggiungere:

Per noi Minotauri questo bowl è stato un risultato importante. Nati nell’arco di ventiquattr’ore all’inizio di settembre senza nient’altro che la comune passione per il football e per i giovani di noi sei fondatori, in poco meno di quattro mesi siamo riusciti ad organizzare questo quadrangolare che ha confermato come ci sia un grande bisogno di giornate come questa per lo sviluppo del football in Italia. Non abbiamo volutamente stilato una classifica finale o proclamato un vincitore, perché doveva essere un momento di divertimento ed un’occasione di aggregazione. I ragazzi di tutte le squadre sono stati splendidi e abbiamo già promesso di restituire la visita sia ai Pirati che ai Boars Lunigiana nella prossima primavera (con i Giaguari ci saranno mille altre occasioni, essendo nella stessa città ed allenandoci a poche centinaia di metri gli uni dagli altri). Il clima sereno e disteso che si è respirato durante tutta la giornata dentro e fuori dal campo ha rafforzato in me l’idea che lavorare in armonia, perseguire gli stessi obiettivi e rispettare il lavoro di tutti, sia l’unico modo per ottenere dei risultati come quelli di domenica scorsa: sessanta ragazzini felici che corrono per il campo inseguendo una palla ovale. Come Minotauri, a gennaio riprenderemo gli allenamenti in vista del campionato Flag Junior Under 15, nel quale cercheremo di ben figurare con la consapevolezza che anche essendo un campionato ufficiale, il risultato sarà importante, ma la soddisfazione ed il divertimento dei ragazzi lo sarà ancora di più.
Il flag football si riconferma un mezzo d’aggregazione importante, non solo dal punto di vista dello sport giocato, ma anche da quello istituzionale, di cui il nostro football oggi non può né deve fare a meno. Anzi, tra le speranze che si possono nutrire per il prossimo 2016 c’è sicuramente quella di vedere questa disciplina del football crescere sempre di più a tutti i livelli del gioco.








Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top