IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Eventi

L’urlo della Palermo del football: #RIDATECI IL VELODROMO

Da poco più di 24 ore, in quel di Palermo sta accadendo qualcosa di davvero spiacevole e che ha a che fare con il Velodromo, un impianto storico che ha ospitato i primi Mondiali di Football Americano nel 1999 e che è attualmente la casa sportiva di 500 atleti da diverse discipline. La struttura, dove si allenano anche i Cardinals Palermo, la loro squadra femminile di Flag Football, le Morrigans e l’altra squadra tackle isolana, gli Sharks, rischia di cadere in disuso per i recenti fatti che lo hanno visto preso di mira da atti vandalici.
Questa situazione tutt’altro che facile è stata l’occasione per il lancio di una campagna sui Social Media, un’iniziativa che è diventata più che virale in brevissimo tempo e che oggi fa capo all’ashatag #RIDATECIILVELODROMO. Nonostante questo non sia un argomento strettamente connesso alla IFL, vogliamo parlarvene perché è giusto che l’intero movimento sappia cosa sta accadendo e possa rispondere alla chiamata.

Per farlo abbiamo contattato ed intervistato una delle promoter di questa campagna, Silvia Abbruscato, attuale giocatrice delle Morrigans e anima pulsante dell’iniziativa. Lasciamo ora che sia lei a dirvi tutto quello che dovete sapere.

Buona lettura!

 

Ciao Silvia e grazie per averci risposto prontamente!
Prego. Anzi, grazie a voi!

Ci racconti che cosa sta succedendo lì a Palermo?
Due ragazzi dello zen, quartiere in cui si trova il Velodromo, hanno rubato i fili di rame e tutto quello che potevano dell’impianto di illuminazione lasciandoci così al buio. Gli allenamenti sono serali… quindi Bye bye Velodromo. Lo stesso misfatto era accaduto due anni fa al campo baseball Diamante, in cui ci allenavamo. Avevano rubato tutto, addirittura hanno segato le torri faro per rubare non so cosa…

Sappiamo che hai subito contattato i giornali. Come si sono posti nei vostri confronti? 
Quando ho saputo del misfatto, situazione che come ho detto avevamo già vissuto, ho scritto subito al Giornale di Sicilia e sono stata contattata. Rispondevo alle loro domande in lacrime perché avevo paura che non sarei stata ascoltata… e invece mi sono dovuta ricredere! Ieri abbiamo avuto una riunione fra tutte le squadre che si allenano al velodromo , dirigenti e testate giornalistiche si sono attivati subito. Siamo andati in onda sul telegiornale, sul giornale hanno pubblicato l’articolo, andremo in onda venerdì alle 17.30 alla radio.

La campagna che avete lanciato #RIDATECIILVELODROMO è diventata letteralmente virale. Ce ne parli?
L’iniziativa del #ridateciilvelodromo nasce così per gioco fra noi Morrigans (squadra di flag football femminile, ndr.). Abbiamo pensato che nell’era in cui Instagram e i vari social spopolano, dovevamo sfruttarli anche per una giusta causa. Parte da un foglietto di carta scritto ad muzzum da Andrea Feliciello, compagna di squadra e addetto stampa Morrigans. Noi abbiamo fatto la nostra parte e abbiamo diffuso l’epidemia. Siamo online da ieri mattina con il gruppo RIDATECI IL VELODROMO. Mentre parliamo, e quindi in poco più di 24 ore, siamo a 3549 membri. E sono tutte persone interessate. La campagna al momento viene mandata avanti dagli atleti, dirigenti, amici, parenti, amanti dello sport. Abbiamo cercato di invitare solo persone che veramente avrebbero potuto aiutarci. Molti hanno chiesto di iscriversi autonomamente in termini mediatici e pratici spero che questo gruppo e quello che stiamo pubblicando, diffondendolo a macchia d’olio possa arrivare a qualcuno che possa aiutarci a risolvere il problema e a sensibilizzare l’opinione pubblica.

Prossime iniziative all’orizzonte?
Domenica saremo tutti in piazza politeama (centro di Palermo) alle 11 di mattina. Faremo un flashmob e invitiamo tutti coloro che vogliano ad unirsi al gruppo. Più siamo e più il messaggio sarà forte.

Quale messaggio?
Che i palermitani non ci stanno a vedere Palermo degradata. Che Palermo non è solo mafia, coppola, lupara e immondizia sulle strade. È sport, sacrificio, dedizione, passione, grinta. È unione. Non possiamo permettere che 500 atleti perdano la loro casa sportiva e che Palermo perda l’ennesima struttura. Lo dobbiamo fare per noi, per i nostri figli e per l’immagine che di Palermo cerchiamo di dare ma soprattutto per gli eroi che ancora resistono in questa terra. Non staremo a guardare il declino dell’impianto!

Vi facciamo un in bocca al lupo per questa battaglia!
Crepi e grazie dell’aiuto che ci date!

 

Potete accedere al gruppo RIDATECI IL VELODROMO a questo link! Non tardate!









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top