IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Femminile

CIFAF: Intervista a Melissa Pezza, LB del ONE TEAM

CIFAF: Intervista a Melissa Pezza, LB del ONE TEAM

Dal nostro inviato Marc Taccone, un’intervista a Melissa Pezza LB #47 del One Team, Campionessa d’Italia 2015 e sicura protagonista dell’ ormai imminente All Star Game di Sabato 18 a Firenze:

Ciao Melissa, per prima cosa vogliamo dire al tuo posto una parola: finalmente…

Finalmente… Un campionato vinto. Mi sono vista sfumare questo sogno per ben due volte. Il primo anno persi la finale di un punto insieme alle mie ex-compagne Furie. Il secondo anno persi l’accesso alla finale sempre di un punto insieme alle mie compagne Sirene. Quest’anno mi ero detta che quel punto che mi aveva tormentato per due anni non sarebbe più dovuto esserci, e così è stato!!!

Sei stata e sei compagna di squadra e sorella di tutte e tre le vincitrici del trofeo Lazzari, tutte diverse, chi è la più forte tra Giorgia, Erica e Ilaria?

Direi che sono RB diverse tra loro quindi non penso ce ne sia una migliore dell’altra. Mia sorella, Giorgia Pezza, è una RB capace di leggere la difesa in modo molto veloce, cosa che la porta a trovare sempre un buco dove poter penetrare. Erica Nicola ha sempre avuto la peculiarità dei tagli, veloci ed improvvisi, ma la cosa che secondo me l’ha sempre caratterizzata e l’impatto che lei stessa cercava con i difensori, non avendo mai paura delle “botte”. Ilaria Adami, beh, ha una stazza che nessun RB ha mai avuto e sinceramente mi sono sempre domandata come potesse essere così veloce, ad oggi non sono ancora riuscita a darmi una risposta.

Ogni anno la commissione tecnica introduce una novità nel regolamento, cosa ti piacerebbe vedere per l’anno prossimo?

Secondo me per un gioco 7vs7 il regolamento che abbiamo è perfetto così com’è. Spesso sento ragazze che vorrebbero avere il kick-off o partite più lunghe, però basta essere realisti e capire che non ce la faremmo fisicamente. Con un gioco a 9 se ne potrebbe riparlare. Unico consiglio che darei è di togliere lo svincolo delle atlete alle proprie società, è una situazione che ho vissuto e continuo a vivere e vi assicuro che è terribile. È uno sport ancora così poco sviluppato nella femminile che mi sembra da folli dover vincolare delle atlete.

One Team, cosa succederà al sodalizio vincente? Cercherete di abbattere la maledizione del “secondo anno”? Oppure le tre realtà che lo compongono cercheranno la propria strada?

Sicuramente ho visto un gruppo unito tra Verona e Milano, per quanto io sulla carta risulti Cernusco è da tempo che mi sento di far parte delle Sirene, anche perché a Cernusco non esiste una squadra nella quale si possano fare degli allenamenti completi. Di sicuro mi piacerebbe che le One Team ci fossero anche il prossimo anno, però mi auguro sempre che ci siano più squadre possibili in un campionato.

Ultima domanda Melissa: ricordo le corse di Giorgia con un misto di terrore ed ammirazione, e quel suo ultimo TD al supplementare del primo Rosebowl, su una gamba sola, come un’espressione di una forza di volontà mai vista prima. C’è una possibilità di rivederla in campo?

Penso proprio di no. Io e mia sorella viviamo il football in modo diverso, lei più come uno sport io come una passione, questo porta a prendere decisioni e strade diverse. Si era data 3 anni. 1 lo ha giocato, il secondo infortunata, per il terzo non valeva la pena ricominciare. Diciamo che la sua priorità ora è la sua vita personale e il football non ne è parte.

Ciao Melissa, e grazie per la tua disponibilità e sincerità!

Un grosso saluto da dietro la maschera e un ringraziamento a IFL Magazine per tutta la visibilità che sta dando a questo splendido sport in tutte le sue forme.

 

Foto: Guido Gilberti









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top