IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
FIDAF

Ref Zone: un confronto in campo aperto

Ref Zone

Quello dell’arbitraggio è da sempre un argomento molto delicato. Quante volte, da spettatori, vi è capitato di non essere d’accordo con una chiamata arbitrale? Quante altre di essere in dubbio sulla legittimità di una certa flag? E non negate di aver ingiuriato un arbitro almeno una volta nella vita. Eppure, riprendendo le parole di un certo referee italiano che risponde al nome di Roberto Palladino, “arbitrare è la forma d’amore più puro per lo sport” e nonostante le critiche, il disaccordo e tutti gli altri lati negativi del caso, nessuno sport può pensare di vivere senza qualcuno che, seguendo un regolamento, ne orchestri il corretto svolgimento.

Certo – perché è certo – oggi come oggi l’arbitraggio italiano non è esposto allo stesso clamore mediatico che in altri paesi accompagnerebbe un certo errore o una certa esecuzione magistrale. Anzi, a voler essere onesti si dovrebbe dire che neppure noi di IFL Mag, praticamente, ci concentriamo a parlare di errori arbitrali, come d’altra parte, in generale, nessuno applaude alle prestazioni arbitrali maiuscole che pure avvengono sui campi da football italiani.

Ma qual è la situazione di oggi? Esistono alcuni luoghi virtuali, per la precisione dei gruppi facebook, all’interno dei quali le persone si lamentano di talune chiamate. Lo fanno in qualità di diretti interessati, di appassionati o addetti ai lavori, ma spesso, per così dire, da “profani”; e il termine non è sbagliato se si pensa che anche i giocatori stessi, per quanto praticanti di un certo sport, non sempre conoscono tutte le sfumature proprie di una certa regola.

Si. Sfumature. Perché ad un certo punto del discorso-regolamento, entra in gioco un fattore, che si chiama judgement, che ha bisogno di quelle spiegazioni (miste alla valutazione personale) che solo un corso arbitrale può chiarire in profondità, ma delle quali non è certo nostra intenzione arrivare a parlare in questa sede.

Veniamo, dunque, alla ragione per cui parliamo di tutto questo. Pochi giorni or sono, #ASSOFOOTBALL ha pubblicato la notizia di aver aperto, in accordo con la Commissione Tecnica del CIA (Comitato Italiano Arbitri) della FIDAF, un’area web denominata Ref Zone. Tale area vuole essere un punto di incontro tra chi vorrà meglio comprendere il regolamento, con le sue sfumature, e le persone che il regolamento lo fanno applicare domenica dopo domenica.

Per utilizzare questo “servizio” basterà recarsi sull’apposita pagina del sito #AF, inviare una domanda e attendere che un arbitro federale, dall’altra parte, risponda. Lo scopo? Lo stesso di sempre: diffondere il football americano; una diffusione che, in questo caso, piega dal lato della cultura sportiva e che può essere positiva per tutti.

Ref Zone è una specie di forum aperto, un macro contenitore interattivo di FAQ tra le quali potrete girare nel tentativo di trovare la spiegazione che vi serve oppure, qualora mancasse, richiedere che ne venga aggiunta una. E se attualmente la pagina è “ferma”, la sensazione è che iniziare ad utilizzarla potrebbe essere un esperimento interessante. Perché è nel confronto, come spesso diciamo, che più si riesce ad individuare la via per il miglioramento e il progresso. In questo caso la via per il futuro del football americano in Italia, un futuro che dipende tanto da chi indossa casco e paraspalle, quanto da chi porta un berretto in testa e una flag in tasca.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top