IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Interviste

Royal Eagles Palermo, dal Flag al Tackle football

Royal Eagles Palermo Helmet

Alcuni giorni fa, su Facebook è apparsa la notizia che i Royal Eagles Palermo, da squadra di Flag Football diventeranno team di tackle. Come sempre è per noi lieta la notizia e per questo abbiamo voluto contattare la squadra per saperne di più. A parlare con noi è stato Antonio Masaracchio, che come potete leggere di seguito, abbiamo intervistato per voi.

Da dove si arriva a decidere di trasformare un team di flag football in uno di tackle football, era nei progetti iniziali o è stata una decisione maturata nel tempo?

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Royal Eagles Palermo è stata fondata nel 2016 da un nutrito gruppo di amici molto uniti tra di loro. Oggi siamo tutti genitori e professionisti in carriera, che hanno deciso di mettere a frutto la propria esperienza per creare un’importante realtà sportiva dove i più giovani possano innamorarsi di questo sport così impegnativo, ma altrettanto formativo, e possano allenarsi e crescere in un ambiente sicuro e protetto, dove le regole comportamentali sono al primo posto per il rispetto del gruppo e degli altri. 

Dopo alcuni mesi dalla sua fondazione, si sono aggregati man mano altri volenterosi e come società abbiamo deciso di iscrivere la squadra al Torneo Nazionale Sperimentale Flag Senior Sicilia, giungendo così al debutto agonistico che è avvenuto il 29 Luglio 2017. I Royal Eagles Palermo sono scesi in campo alla loro prima partita con 20 giocatori, tutti neofiti di questo sport, e hanno giocato contro i più blasonati Caribdes Messina.

In quella partita abbiamo iniziato a segnare e vinto, per la prima volta, con un punteggio finale di 20-29. Carichi di orgoglio per il felice esordio abbiamo continuato imperterriti il nostro cammino e concluso il torneo con un inaspettato e gradito 5° posto in classifica. Da qui in poi abbiamo deciso di iniziare a sognare: giocare a Tackle e competere con le atre squadre.

Pensate di iscrivervi al torneo di terza divisione già il prossimo anno oppure farete un periodo di ambientamento?

Spero di si, ma questo lo valuteremo nei prossimi mesi con il General Manager, i Coaches e il Gruppo Dirigente.

Sarete la terza squadra a Palermo, dopo Sharks e Cardinals, questo non vi spaventa in merito al reclutamento?

Sono fermamente convinto che per amplificare la visibilità di questo meraviglioso sport, il Football Americano debba essere presente in ogni quartiere di ogni città, un po’ come le scuole di calcio, quindi la risposta è no. Si è vero siamo la terza squadra a Palermo ma questo rappresenta uno stimolo in più per tutti noi. Oggi siamo impegnati su diversi progetti, dal Flag Football al Tackle, e stiamo reclutando nuovi giocatori per poter partecipare a tutti i campionati previsti dalla Federazione.

Abbiamo un gruppo dirigente eccellente, chi è esperto in comunicazione e marketing, chi è esperto nella preparazione atletica, un medico sportivo che periodicamente controlla lo stato di salute dei ragazzi, uno specialista che si occupa dei piani alimentari degli atleti, uno psicologo sportivo, un fisioterapista e una palestra dove i giocatori si allenano duramente tutto l’anno.

Quest’anno abbiamo arricchito ulteriormente lo staff dei Royal Eagles Palermo con l’ingresso di coach Alfred Zappalà, che sarà il General Manager della società, e dell’Head Coach americano, uno tra i più forti in questo momento, di cui per adesso preferisco non fare il nome. Il 2018 segna l’inizio del cammino verso la formazione di un team che parteciperà ad un grande ed ambizioso progetto che vedrà giocatori palermitani e americani, impegnati sia a livello nazionale che internazionale per portare ovunque e con orgoglio la nostra amata Sicilia.

Perché avete scelto coach Zappalà per la gestione del progetto? Quali sono le aspettative che lo accompagnano?

Ho conosciuto Coach Zappalà durante una partita di campionato e ne sono rimasto folgorato. È una persona eccezionale, ama il Football Americano più di ogni altra cosa e quando parli con lui avverti un’energia che per ore ti rimane in corpo.

È molto preparato ed ha una grande esperienza nella gestione dei team. La sua carriera da giocatore inizia nella Austin Preparatory School e prosegue nella Boston College. E’ stato allievo del coach della Hall of Fame Larry Klimas (Massachusetts) da cui ha imparato a giocare a Football Americano, la sua carriera da coach è iniziata nel 1979.

Ci aspettiamo che riesca a far crescere il team dal punto dal punto di vista tecnico scegliendo le giuste strategie, organizzando ad esempio, seminari con coaches americani, in modo da poter accrescere il bagaglio tecnico dei nostri atleti e test match con squadre provenienti dai colleges USA in modo da rendere i nostri atleti sempre più performanti e portare il “football spettacolo” a Palermo.

Per finire, dacci una visione a medio/lungo raggio, dove vi vedete da qui a 5 anni?

Ci piace lavorare per obiettivi per cui sicuramente nel breve termine approderemo in terza divisione, ma il desiderio è quello di puntare sempre più in alto, per cui lavoreremo giorno dopo giorno per la massima serie, vogliamo vivere e far vivere un sogno ai nostri giocatori offrendo loro il massimo e portare a Palermo le squadre di Football Americano più importanti al livello nazionale.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top