IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Rubriche

Ten Points Lead #7, una giovane rubrica anni ’80.

Ten Points Lead

Benvenuto a Ten Points Lead, l’unica rubrica appena nata ma già vecchia di 30 anni. Un po’ come l’85% dei nostri coach.

1) Mattanza doveva essere e mattanza è stata. I Seamen, anche grazie al 4-0 dei Guelfi, sono scesi con la testa giusta e hanno chiuso la partita al primo kickoff. Come è giusto che sia. Quanto mi mancano però quelle sfide tiratissime anni ’80.

2) Questo non cambia nulla nelle prospettive dei Guelfi, che devono andare orgogliosi di aver reso la sfida contro i Seamen interessante, a prescindere da come sia finita. Negli anni ’80 sarebbero stati celebrati, non vedo perchè non dovrebbe succedere anche ora.

3) Ad oggi, Panthers a parte, non esiste una squadra in grado di non finire in mercy rule contro i Seamen. Spero di essere smentito. Negli anni ’80 di solito si smentiva con mazzate sui denti, io spero nel dialogo.

4) Vittoria fondamentale per i Rhinos, soprattutto per il distacco e per il dominio quasi totale della partita. Stagione da dimenticare per i Giaguari, che riusciranno forse ad applicare i dettami di Brigham e del nuovo QB intorno a Maggio, quando il campionato sarà praticamente finito. Negli anni ’80 una delusione del genere avrebbe portato ad una Piazzale Loreto o un esilio ad Hammamet.

5) Questo Napolitano sembra essere l’arma in più dei rinoceronti 2018. La squadra è totalmente cambiata dal suo arrivo. E’ un giocatore anni ’80, pesante e forte fisicamente, ma con un tocco moderno e due mani d’oro.

6) Dolphins contro Lions storicamente è una partita brutta da vedere. E invece dai, questa volta ha tenuto con il fiato sospeso gli ascoltatori di Dolph..Fidaf TV grazie a Locatelli, il kicker bergamasco fino a quel momento pessimo, che centra i pali a 4 secondi dalla fine e regala agli uomini di Coach Rita una vittoria anni ’80, all’ultimo respiro.

7) UTA Germany-dipendenti offensivamente, purtroppo. Contro i Giants ovviamente non può bastare, infatti il match contro Bolzano è finito a metà del secondo quarto. Però potrebbe funzionare per svangarne una da qui alla fine. Certo che la situazione non è rosea. Il connubio Forlì-Pesaro sembra aver perso quella via che li aveva fatto reggere il campo molto bene lo scorso anno. Speriamo in un finale di stagione anni ’80, tutto cuore e determinazione.

8) Giants con un filo di gas, il minimo necessario per darne 30 a UTA e confermarsi terza forza del campionato. Vorrei però conoscere il loro grado di soddisfazione, capire se si sentano veramente in grado di competere con Panthers e Seamen. Però dai, mi rovino. Penso si rifaranno. Negli anni ’80 li avremmo definiti sfavoriti, adesso preferiamo #Underdogs.

9) Piccola incursione in Seconda Divisione. Ma chi sono questi Saints Padova? Come hanno fatto a diventare la migliore squadra del campionato cadetto? Perchè non conosco nessun coach e nessun giocatore? La cosa mi disturba. E’ come se fossi un giocatore anni ’80 e mettessero in dubbio i miei 400 kg di Squat e i 20 traumi cranici. Insopportabile.

10) Lamentarsi dei ref, dei giocatori, degli errori, di aver perso, di aver vinto, lamentarsi su Facebook in generale non aiuta il nostro sport, non lo fa crescere, non lo mette in buona luce. Dovete capirlo. Dovete imparare e contenere i bollenti spiriti e pensare prima di postare qualsiasi cosa su Facebook. E, soprattutto, smettere di rompere la minchia su quanto fosse più duro, più forte, più macho, più cattivo il football negli anni ’80. Non frega niente a nessuno. Grazie.

Alla prossima settimana!









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top