IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Junior

Under 19 Week 7, il riassunto della giornata

under 19

Come tra i più piccoli, anche nell’Under 19 i risultati a sorpresa l’hanno fatta da padrone, con alcuni grandi illustri esclusi dai playoff con una giornata d’anticipo

GIRONE A

Tutto facile per i Seamen Milano contro i WTA, dominati in lungo e in largo per l’intero match concluso sul 0-38 per i milanesi. Marinai ottimi già in partenza e in grado di mettere a referto punti sia con l’offense sia grazie alla difesa, con un intercetto e una safety a chiudere le già poche speranze dei sanremesi. Proprio WCA comunque positiva, in uno dei gironi più difficili del campionato. Il vero big Match però era a Pero (MI) tra i Rhinos Milano e i Lions Bergamo. Eppure, secondo i pronostici non doveva essere una sfida che potesse impensierire i rinoceronti. Il risultato di 27-32 però smentisce questa convinzione, e spinge i nero-arancio fuori dai playoff proprio a favore dei bergamaschi. Buona la partenza dei milanesi, che come contro i Seamen, crollano nel terzo quarto e non riescono più a riprendere il controllo dell’incontro. Bergamo, un team under 19 in piena rivoluzione, ha dimostrato ancora una volta la sua tenacia e la qualità del suo programma, guadagnandosi meritatamente l’accesso alla post-season.

GIRONE B

Nel girone emiliano, era tempo dei derby più sentiti. I Warriors hanno subito messo in chiaro la volontà di chiudere in fretta la pratica Doves, che chiudono il proprio campionato 0-6, forse immeritatamente ma frutto di alcuni errori reiterati in tutti i match. I guerrieri invece dopo la sconfitta contro i Panthers non si sono più fermati e con il perentorio 0-37 del derby mettono in ghiaccio il primo posto nel girone. Tutt’altra storia la partita fra Panthers Parma e Hogs Reggio Emilia. Seppure non fosse una sfida decisiva in chiave playoff, i reggiani hanno venduto cara la pelle e hanno preso forse di sorpresa la compagine del presidente Tira, che è riuscita però a spuntarla sul 30-22. Secondo posto per le panterine, mentre Reggio Emilia è forse la squadra più cresciuta dell’intero girone.

GIRONE C

Vittorie nette per le prime due classificate. I Saints di Padova hanno liquidato i Bengals Brescia 32-0, continuando nel loro campionato molto sopra le aspettative, che non li vede in testa alla classifica del girone solo per una sconfitta con più punti di distacco rispetto ai Giants. Proprio Bolzano, che conquista il primo posto, vince contro i mai domi Redskins Verona, che seppure sconfitti per 8-28, sono riusciti a contenere il risultato senza subire troppi punti denotando una buona prestazione difensiva.

GIRONE D

Primo posto in cassaforte per i Dolphins Ancona, che non si lasciano stupire dal sorprendente Toscana Team. I marchigiani hanno trovato qualche difficoltà a mettere il piede avanti, ma è una strepitosa giocata difensiva (un intercetto riportato in touchdown) a mettere la prima ipoteca sul match, che si conclude poi con il netto 20-8. I toscani infatti, dopo aver sfiorato il pareggio nel primo quarto, non sono più riusciti a segnare. Con lo score di 3-2, il secondo posto non è comunque in pericolo, così come i meritati playoff. Nel derby romano invece, risultato più vicino di quanto non si potesse pensare, concluso sul 19-28 per la Legio XIII su Roma Scuola Football. Nessuna vittoria per RSF, che però è riuscita a tenere testa molto bene ai pari età della Legio, senza riuscire a centrare la vittoria.

GIRONE E

Perfect regular season per i Marines Lazio, che nel derby contro i Grizzlies Roma impiegano un tempo a chiudere la pratica. Il 44-7 finale è un chiaro segno della differenza tra le due squadre, con i Laziali pronti a rigiocarsi le proprie chance di vincere il campionato, mentre i Grizzlies conquistano meritatamente i playoff, nonostante la sconfitta. C’è però un team che festeggia la prima vittoria. Gli 82Ers Napoli centrano la prima W per 24-13 contro i Navy Seals Bari, che li avevano battuti nella precedente sfida, gioendo per il successo dopo una stagione molto sfortunata sotto tanti punti di vista.

classifica u19









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top