IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
USA Football

USA Football: Come motivare la squadra dopo una sconfitta

USA Football sconfitta

Articolo originale: 5 ways to motivate a team after a loss
di Annemarie Blanco
traduzione a cura di Enrico Brazzi


Il cronometro segna zero secondi e il verdetto è impresso sul tabellone: sconfitta.

E, se non si è preparati ad affrontare una sconfitta, questa brutta giornata può trasformarsi in una brutta settimana.

Jeff Vik, head coach degli U.S. National Development Games e assistant head coach della Buffalo Grove High School (Illinois), ci spiega come motivare la squadra dopo una sconfitta.

Concentrarsi sugli aspetti positivi

Quando si allena o si gioca, è facile cadere nella trappola del focalizzarsi su ciò che è andato male. Per evitare di arrivare alla partita successiva con una mentalità negativa, è necessario focalizzarsi su ciò che è andato bene e su come correggere gli errori. Non esistono né allenatori né giocatori perfetti. È opportuno scoprire come migliorare e preparare un piano d’azione.

“Molte volte, gli allenatori si impuntano sugli aspetti negativi ignorando quelli positivi, ai quali bisogna invece pensare”, afferma Vik. “Come possiamo fare in modo che le cose che sono andate bene possano funzionare anche nella partita successiva? È molto importante pensare positivo.”

Alimentare il conto corrente emotivo

Gli allenatori e i capitani devono assicurarsi di stabilire nuovi obiettivi per la partita successiva, evitare di pensare alla sconfitta e incoraggiare la squadra dando dei feedback positivi.

“I giocatori hanno un conto corrente emotivo”, spiega Vik, “A volte vanno fatti dei versamenti, altre dei prelevamenti. Dopo una brutta sconfitta, è tempo di versamenti: perdere non ha sicuramente giovato al conto corrente emotivo. Se l’allenatore permette ulteriori prelevamenti dal conto corrente, si ritroverà ad avere giocatori demotivati.”

Non dare la colpa della sconfitta a un solo giocatore

La squadra non ha perso per un fumble o per un intercetto. Anche se può essere facile fare la colpa a un solo giocatore, è importante ricordare che la partita è uno sforzo colletivo.

“Bisogna assicurarsi che i giocatori non si accusino a vicenda e che capiscano che per segnare un touchdown servono 11 paia di gambe”, aggiunge Vik, “Se un giocatore ha sbagliato, la sconfitta non è esclusivamente colpa sua. I compagni di squadra si devono sostenere a vicenda.”

Pensare alla partita successiva

Il modo migliore per motivare una squadra dopo una sconfitta devastante è dare ai giocatori un po’ di tempo per crucciarsi, poi incoraggiarli a pensare alla partita successiva. È importante parlare con allenatori e giocatori per capire come affrontare gli aspetti positivi e negativi.

“Do ai miei giocatori delle scadenze. Il giorno dopo la partita parleremo della sconfitta e darò loro del tempo per pensarci sopra. Il giorno dopo ancora segna l’inizio di una nuova settimana e dovranno lasciarsi alle spalle la partita precedente per iniziare a pensare a quella successiva.”

Ricordare l’esperienza

In fin dei conti, è la mentalità che conta. È importante fare in modo che ogni partita diventi un ricordo che duri negli anni.

“Le esperienze che si fanno sono importanti, indipendentemente dalle vittorie e dalle sconfitte”, spiega Vik. “Ho allenato squadre con un record perdente composte da ragazzi strepitosi e positivi. Creare un’esperienza positiva cementa la squadra.”









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top