IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Junior

Youthbowl 2017, i Duchi vincono una finale spettacolare

Youthbowl 2017 Duchi U16

Inno di Mameli, capitani a centro campo, lancio della monetina e si parte. Seamen in attacco per la prima azione della finale U16 del 2017, di scena al Guelfi Stadium di Firenze. Entrambe imbattute le formazioni di cui vi abbiamo parlato nella nostra preview, ricche di individualità di spicco e un grande senso di gioco, specie offensivo.

Apertura spettacolare con un trick play di Cecchetti su Calderon che fa subito guadagnare terreno ai marinai. Con Moretti i Seamen avanzano e iniziano a sistemare un drive immediatamente positivo. Quattro corse dopo é proprio Moretti a portare avanti i suoi. Negativo il tentativo di trasformazione alla mano, terminato out of bound.

Ferrara, con Golfieri in regia, é ben conscia delle proprie capacità offensive. Franchi e Golfieri avanzano il pallone, ma un errore di esecuzione nello sviluppo del running game complica la situazione e sfocia nel primo quarto down del match. Dalla trips, é il difensore Menghini (con Polizzi) a portare a segno un sack, il suo secondo placcaggio per perdita di yard del drive, e restituire palla ai suoi.

La difesa estense si fa più aggressiva e riesce ora ad arginare l’attacco avversario. Può fare poco Moretti, fin qui perno del gioco milanese. Sul quarto e 19 si procede al primo punt virtuale della partita che restituisce palla ai Duchi.

Alessandro Golfieri é ispirato e inizia a sparare le sue cartucce da dual-threat. Le corse sulla sinistra sono produttive e la catena avanza. Il promettente drive rischia di spegnersi su un intercetto, ma un passaggio lungo nato da gioco rotto porta i Duchi sulle 20 avversarie. Sul terzo e cinque yard, l’infilata centrale di Franchi viene ignorata dalla difesa. Golfieri legge, ringrazia e lancia il 6-6. È sempre Franchi, chiamato in causa sulla try da due, a trasformare e portare il punteggio sul 6-8.

I Seamen, di nuovo in attacco, sembrano aver perso la verve con cui avevano aperto l’incontro. Moretti continua ad essere chiamato in causa, ma é tenuto sotto stretto controllo dai Duchi che tre azioni dopo possono rientrare in campo con il pallone tra le mani.

Lo spread offence estense, questa volta con Flavio Zanardi, regala quella che potrebbe essere l’azione della partita. Una corsa a sinistra, rotta e poi sviluppatasi sul lato opposto del campo – spettacolare il second effort – vale 90 yard in avanti. Pregevole la rimonta di Calderon, che ferma il RB a pochi passi dalla propria area di meta. Un paio di azioni dopo é di nuovo Golfieri a leggere bene il gioco colpendo una flat con un passaggio rapido, che precede la try da due, realizzata sempre su gioco di lancio.

I Seamen ci riprovano con Cecchetto. Orlandini colpisce forte e termina il primo periodo di gioco. E quando nessuno se lo sarebbe aspettato Zucca trova proprio Cecchetto per un lancio lunghissimo e spettacolare che arriva diretto in end zone e riapre la partita che con la try da due di Previtali si setta sul 14-16.

Non si fa in tempo ad apprezzare la giocata dei Seamen, che Il WR Paganini, pescato in flat da Golfieri, corre tutto il campo e segna un nuovo TD. Sempre Paganini a trasformare da due su lancio del proprio QB e 14-24 per i Duchi che, guidati da Golfieri, sembrano fin qui avere una marcia in più.

Dopo il big-pay del precedente drive, i Seamen cercano di ritrovare continuità offensiva. Zucca coordina i suoi e sposta la catena correndo con le proprie gambe, ma é ancora una volta Moretti, in aperta competizione con Golfieri per l’MvP della partita, ad involarsi in campo aperto e segnare la sua seconda marcatura di giornata. Try no-good e 20-24.

Golfieri corre e lancia. I Seamen, chiamati ad arginare gli avversari via cielo e via terra, faticano a trovare i giusti riferimenti, ma sono bravi a mettere pressione sulla linea per complicare la vita al QB avversario. È Golfieri a lasciare tutti a bocca aperta con un’azione personale che trasforma il quarto tentativo in un TD run personale. Try no good. 20-30 Duchi.

Rimane il tempo per un intercetto di Sgambati e un secondo TD di ricezione di Franchi che é anche il terzo TD pass di Golfieri, decisamente destinato al premio di miglior giocatore della partita. Try good. 20-38. Fine primo tempo.

Nel secondo tempo sono le Aquile a ripartire in attacco. Un’importante occasione per l’allungo che Golfieri sfrutta, prima lanciando a Paganini il quarto TD pass, poi correndo personalmente la try da 2.

Sul 20-46 la partita si mette bene per i Duchi che devono però continuare a difendersi dalle incursioni Seamen, trascinati da Moretti. Il RB milanese combatte e arriva ad una yard dalla end zone di ferrara da dove Zucca realizza, ma lancia un intercetto sulla try. Lo scarto é ora di 20 punti.

I Duchi giocano un lungo drive che si schianta però su un quarto down. È l’occasione per i Seamen di ridurre lo scarto e rilanciarsi, ma non viene sfruttata a dovere. Un invito per i Duchi, che orchestrano un drive offensivo – siamo già nel quarto quarto – siglato da Franchi, su suggerimento del solito Golfieri, per il 26-52.

il tempo corre, ma la direzione presa appare chiara. I Duchi sono i prossimi campioni d’Italia U16. A loro lo Youthbowl 2017.

Sfuma il sogno dei Seamen di portare a casa tutti e tre i titoli giovanili. A loro va riconosciuto il merito di non essersi arresi davvero mai. I 2 TD di Speziali (da Zucca che segna pure una QB sneak), che arrivano a pochi minuti dalla fine e la successiva, strenua difesa (ma arriverà ancora un TD di Paganini per il 48-60), ne sono una chiara testimonianza.

I Duchi, sul campo di Firenze, hanno giocato una partita esemplare che, nel segno del proprio QB ha visto coinvolti tutti i giocatori della squadra. Una prestazione corale, per una squadra apparsa convincente e della quale diversi elementi non stonerebbero per nulla in campionati di livello superiore. Non vediamo l’ora di vederli all’opera.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo [email protected], al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Grafica: Battista Battino, Paolo Re Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Fotografi del football italiano Coordinatore IFL Mag Radio: Simone Mingoli Contenuti Radio: Simone Mingoli, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Marc Taccone, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: [email protected]

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top